fbpx

LA DIETA CHETOGENICA

COS’E’ LA DIETA CHETOGENICA

Scoperta negli anni ’20 per il trattamento delle epilessie farmaco-resistenti, la dieta chetogenica, attualmente rappresenta un metodo sicuro, efficace e duraturo per la perdita di massa grassa

A differenza di numerose diete ipocaloriche tradizionali, spesso sbilanciate, soprattutto se parliamo di “fai da te”, il protocollo chetogenico prevede una “particolare” ripartizione dei macronutrienti caratterizzata da un elevato apporto di grassi, uno scarso apporto di carboidrati e un moderato apporto di proteine. 

Seguendo una dieta chetogenica, l’organismo passa da un carburante a base di zuccheri, ad uno a base di grassi, con un conseguente effetto sulla riduzione della massa grassa. I grassi accumulati nell’organismo, vengono degradati e utilizzati a scopo energetico, trasformandosi in corpi chetonici e generando una serie di effetti positivi nell’organismo quali: un maggior senso di sazietà, una maggiore energia e lucidità mentale e di conseguenza una migliore aderenza al percorso dietetico.

DIETA CHETOGENICA: QUALI ALIMENTI E QUALI EFFETTI POSITIVI ?

Gli alimenti previsti in una dieta chetogenica sono: carne, pesce, uova, alcuni tipi di latticini e formaggi, verdure, erbe, spezie, alcuni tipi di frutta fresca, cioccolato fondente, frutta secca, semi oleosi e olio extra vergine d’oliva. 

Sono invece vietati: patate, riso, pasta, cereali e pseudocereali, miele, zucchero, dolciumi, bibite zuccherate e dolcificanti artificiali. 

Alla ridotta assunzione di carboidrati, ne consegue un aumentato utilizzo dei grassi a scopo energetico con effetti positivi su: perdita di peso, aumento dell’energia e della lucidità mentale, riduzione dell’insulino-resistenza, attenuazione delle emicranie e delle cefalee, miglioramento del profilo lipidico e glicemico riscontrabile dalle analisi del sangue. 

Oltre a trattare il sovrappeso e l’obesità, la dieta chetogenica, rappresenta un’ottima terapia nutrizionale per il trattamento delle dislipidemie, del diabete di tipo 2, della sindrome dell’ovaio policistico e di tutte quelle condizioni di sovrappeso e obesità legate a patologie dell’apparato locomotore.

UN PROTOCOLLO PER TUTTI ?

Nonostante gli effetti positivi generati dalla dieta chetogenica sull’organismo, esistono delle condizioni fisiologiche e patologiche per le quali il protocollo è sconsigliato o richiede alcune particolari attenzioni. Tra queste: gravidanza e allattamento, deficit enzimatici ed errori congeniti del metabolismo, diabete di tipo 1, insufficienza renale, cardiaca ed epatica, recente infarto del miocardio, disturbi del comportamento alimentare e disturbi psichiatrici. Inoltre, è fondamentale affidarsi ad esperti del settore ed evitare il “fai da te”, trattandosi di un regime dietetico che richiede numerose attenzioni dal punto di vista medico nutrizionale.

o leggi gli articoli per saperne di più

La dieta chetogenica

Dietista Federica Delli Noci - Specialista in scienze dell'alimentazione